Sapere Scienza

Sapere Scienza

A volte è necessario introdurre neologismi. Dopo aver coniato quello di sismobufale, in analogia con le meteobufale tanto care al meteorologo Luca Lombroso, penso sia ora di introdurre antroposeismofobia, ovvero il terrore che tutti i terremoti siano causati dall'uomo. L'ultimo caso viene da una sequenza al largo delle coste abruzzesi e molisane. Subito dopo lo sciame sono comparsi sul web alcuni post che ipotizzavano la possibilità che i terremoti fossero indotti da attività di ricerca di idrocarburi. La cosa è stata rilanciata anche da un Senatore della Repubblica che sulla sua pagina Facebook ha definito i terremoti sospetti.

 

Quali sono i terremoti (davvero) indotti dall'uomo?

Capisco che sia la moda del momento, ma vale la pena di ricordare che i terremoti indotti dall'uomo accertati o ipotizzati in Italia sono in tutto 17, come riportato nel rapporto dell'ISPRA pubblicato nel giugno 2014. Due di questi sono poi stati derubricati a terremoti naturali da rapporti e articoli scientifici pubblicati successivamente. A fronte di questi 15 eventi in 50 anni, ci sono decine di migliaia di terremoti naturali in Italia che costituiscono il vero rischio sismico per il paese. Oltretutto, nel caso dell'Adriatico, basta sovrapporre la sequenza localizzata dall'INGV alla mappa dei titoli minerari (in foto) per sfruttamento o ricerca resa disponibile dal Ministero dello Sviluppo Economico per rendersi conto che nella zona interessata dallo sciame nessuna operazione è in corso.

 

Il problema dell'antroposeismofobia

L'antroposeismofobia è un problema? Sì, perché appartiene a quella categoria di cause inventate sulla Rete per spiegare i terremoti (da HAARP alle scie chimiche) che deresponsabilizzano i cittadini di fronte al rischio sismico, convincendoli che i terremoti non ci sarebbero se solo si fermasse qualche oscuro complotto o inconfessabile interesse economico. L'antroposesimofobia è un problema anche perché gridando sempre al lupo si finirà per perder di vista i casi in cui la sismicità indotta è effettivamente presente e viene studiata e monitorata. Per chi volesse documentarsi in maniera più seria sull'argomento è disponibile il sito www.sismicitaindotta.it.

Marco Mucciarelli

Laureato in Fisica, dal 1998 è stato professore associato di Geofisica della Terra Solida presso l'Università della Basilicata. Dal luglio 2012 è stato Direttore del Centro Ricerche Sismologiche dell'Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale. Si è occupato di sicurezza sismica di grandi strutture, sismicità indotta e microzonazione sismica. Scomparso nel 2016, è stato un divulgatore brillante, che si è speso con passione per aumentare la consapevolezza sul rischio sismico in Italia.

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.