Sapere Scienza

Sapere Scienza

Arriva la super TV

16 Gennaio 2015 di 

Ultimissime dal Consumer Electronic Show di Las Vegas: dopo le tv a LED, OLED e al plasma, prepariamoci a scoprire quelle a punti quantici (o quantum dot). Si tratta di nanocristalli semiconduttori a base di cadmio, le cui dimensioni vanno da 2 a 10 nanometri (un nanometro equivale a un miliardesimo di metro) e che hanno una particolarità: assorbono luce blu e la riemettono di un altro colore, che dipende dalle dimensioni del cristallo stesso.

 

L'ultra alta-definizione

Aggiungendo una pellicola di punti quantici davanti alla retroilluminazione degli schermi LCD, questi offriranno immagini a ultra alta-definizione e allo stesso tempo permetteranno di avere tante sfumature di colore in più. I punti quantici furono scoperti dal fisico russo Alexey Ekimov nel 1981. Esistono già diverse applicazioni, soprattutto nei transistor, nelle celle solari e nei laser a diodi. Attualmente, si stanno conducendo ricerche per applicarli nel campo della rappresentazione delle immagini mediche.

Un consiglio pratico: probabilmente nei negozi le televisioni saranno accompagnate da un’etichetta che riporterà la scritta 4K Ultra HD. Significa che queste nuove tv mostreranno immagini che sono 4 volte più dettagliate del 1080p Full HD, cioè ogni fotogramma sarà formato da 8 milioni di pixel invece di 4 milioni.

Monica Marelli

Fisica, giornalista freelance e autrice di numerosi libri di divulgazione scientifica.


www.monicamarelli.com

grandivoci 3 col

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.