Sapere Scienza

Sapere Scienza
Luca Gasperini

Luca Gasperini

Luca Gasperini è ricercatore presso l'Istituto di Scienze Marine (ISMAR-CNR) di Bologna, dove si occupa di geologia/geofisica marina. Ha pubblicato articoli scientifici e divulgativi in molti settori, tra i quali la geologia oceanica, la paleosismologia e i metodi geofisici. Tiene un corso di geofisica presso l'Università di Bologna.

La tragedia di questi giorni ha portato tristemente alla ribalta della cronaca un sito bellissimo e misterioso, le Gole del Raganello in Calabria, un sistema di canyon lungo una ventina di chilometri nell'area del Parco Nazionale del Pollino: un gruppo di escursionisti è stato travolto da una piena improvvisa e violenta con un esito drammatico. Non volendo discutere sul problema, pur molto importante, del "se" e del "come" una tale tragedia fosse evitabile, proviamo a concentrarci sul perché un sito come questo si dimostra così interessante e attrattivo.

Un sistema di spaccature profonde sta separando la Sicilia dal resto dell’Italia nella regione compresa tra lo stretto di Messina e l’Etna. Lungo queste strutture geologiche, risale materiale del mantello che formava il basamento dell’oceano mesozoico chiamato Tetide, da una profondità di circa 15-20 chilometri. Si tratta di una vera e propria “finestra geologica” sotto il fondale del Mar Ionio, che consente di osservare da vicino blocchi dell’antico oceano, svelando i processi che hanno portato alla sua formazione. Lo studio Lower plate serpentinite diapirism in the Calabrian Arc subduction complex, condotto da un team di ricercatori coordinati dall’Istituto di Scienze Marine del CNR di Bologna, è stato pubblicato su Nature Communications.

Qualche volta il lavoro dello scienziato assomiglia a quello di un investigatore. E non solo perché, come nel caso dei protagonisti della serie TV C.S.I., si usano tecniche sofisticate di indagine, ma anche per il fatto che, a volte, i ricercatori vengono chiamati ad analizzare le possibili relazioni tra determinati eventi avversi e l’attività dell’uomo. È il caso, ad esempio, delle cause antropiche dei cambiamenti climatici, che per anni hanno visto contrapposte le ragioni dei ricercatori agli interessi di molta industria priva di scrupoli che ha approfittato, o nel peggiore dei casi foraggiato, tesi negazioniste.

Tag: :

Poco prima delle nove di sera del 21 Agosto 2017 un terremoto con epicentro in mare a pochi km dalla costa settentrionale dell’Isola di Ischia, ha creato gravi danni e purtroppo vittime nel Comune di Casamicciola. Una prima valutazione di magnitudo e profondità, rispettivamente 3,6 Richter e 10 km, aveva destato qualche sorpresa tra gli addetti ai lavori, dato che si trattava di un evento di energia troppo bassa da causare danni così importanti.

La definizione di continente si presta ad alcune ambiguità. Sulla base della definizione geologica di continente e di una nuova acquisizione di dati geofisici in una regione particolarmente remota, un gruppo di ricercatori neozelandesi sta proponendo l’esistenza di un ottavo continente nel Pacifico sud-occidentale, denominato Zelandia.

Tag: :

E’ di questi giorni la notizia del ritrovamento in Argentina di un grosso meteorite ferroso di circa 30 tonnellate, che ha preso il nome dalla vicina località di Gancedo. L’aspetto più interessante, è che la storia di questo ritrovamento risale a molti anni fa, quando nel 1576 il governatore della provincia del Nord Argentina inviò dei militari alla ricerca di una massa enorme di ferro, in una zona che i nativi chiamavano Campo del Cielo, e che coltivavano come miniera di ferro.

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.