Sapere Scienza

Sapere Scienza
Massimo Trotta

Massimo Trotta

Massimo è chimico e svolge la sua attività di ricerca presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Si occupa di fotosintesi e delle sue applicazioni ambientali.

Secondo il vocabolario online della Treccani, l'aggettivo sublime - dal latino sublimis, composto di sub "sotto" e limen "soglia" indica una proprietà "che giunge fin sotto la soglia più alta", rappresenta cioè qualcosa di nobilissimo o eccelso nel senso spirituale, intellettuale o estetico. Sempre sul vocabolario Treccani troviamo una definizione del verbo sublimare che, per estensione del significato del suo aggettivo, significa elevare, rivolgere a fini o pensieri più alti, a più nobili aspirazioni.

Nel XVI secolo Cristoforo Armeno scrisse la novella Peregrinaggio di tre giovani figliuoli del re di Serendippo raccontando di come la sagacia, l’acutezza e lo spirito di osservazione possano portare a felici intuizioni di fronte a eventi che si presentano per puro caso. Horace Walpole, colpito, coniò il termine serendipità (serendipity) ispirandosi proprio al titolo del racconto.

Il primo maggio di quest’anno è stato festeggiato dai lavoratori italiani forse con poca enfasi sul vero significato della data. Non tutti hanno goduto di questa celebrazione perché una gran parte di coloro che hanno festeggiato si sono recati in visita presso i negozi di molte grandi catene, facendo lavorare lavoratori a cui la propria festa è stata in questo modo negata. Una contraddizione in termini, visto che per alcuni la festività è tale e per altri è invece - proprio a causa della ricorrenza - una giornata particolarmente stressante. Sono le famose facce della stessa medaglia che, però, sono una iattura per chi si trova sulla faccia sbagliata.

Alcuni tumori superficiali, per esempio i melanomi, possono essere trattati con un approccio poco invasivo noto come terapia fotodinamica o (PDT dall’inglese photodynamic therapy) e basato sulle proprietà fotochimiche di alcune molecole, una delle quali si chiama ALA

Un polimero di grande impiego nella vita quotidiana è il polivinilcloruro o PVC (usato peraltro anche in quelli che tutti, impropriamente, chiamiamo vinili), alla cui famiglia appartengono gli ftalati. Questa sostanze possono manifestare reprotossicità, cioè tossicità per l'apparato riproduttivo. L’Europa ha riconosciuto le conseguenze dell’uso degli ftalati nel 1998 imponendo bando all’uso di questi composti chimici come ammorbidenti per la plastica nei materiali e negli oggetti destinati ai bambini, mentre la mentre la Food and Drug Administration non ha ancora inserito gli ftalati fra le molecole reprotossiche...

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.