Sapere Scienza

Sapere Scienza

La genialità poliedrica di Leonardo da Vinci ha caratterizzato la sua vita e le sue opere e non lo ha mai abbandonato, neanche in età avanzata. La dimostrazione di questo è il lavoro di approfondimento sull'anatomia umana realizzato grazie all'amicizia con Marco Antonio Della Torre, medico del XV secolo e docente di anatomia. Con lui Leonardo studiò il corpo umano, attraverso la dissezione di cadaveri, quando era ormai un sessantenne. In un articolo pubblicato nella rivista scientifica Clinical Anatomy, è approfondito il legame tra i due scienziati e il frutto della loro collaborazione, quel mutuo supporto che arte e anatomia si donano reciprocamente ancora oggi.

Anche nel Cinquecento esistevano gli inviti a presentare proposte di progetti per grandi infrastrutture. Il sultano Bayezid II dell'Impero ottomano indisse uno di questi "concorsi" per il progetto di un lungo ponte che potesse unire Istanbul con la vicina città di Galata. Tra gli architetti e gli inventori rispose alla chiamata anche Leonardo da Vinci, già rinomato protagonista della scena artistica e culturale del Rinascimento. I suoi piani erano stati riportati in una lettera, che conteneva anche uno dei suoi celebri schizzi, inviata al sultano stesso. Leonardo non si aggiudicò il lavoro ma oggi gli scienziati del MIT- Massachusetts Institute of Technology hanno voluto testare la fattibilità di quello che sarebbe stato il ponte più lungo dei suoi tempi.

Una serie di appuntamenti nel corso del 2019 è stata programmata per celebrare il V Centenario della morte di Leonardo da Vinci, avvenuta il 2 maggio 1519 ad Amboise, Francia, con l'obiettivo di superare gli stereotipi e di presentare ai giovani un modello unico di accademico moderno, mirabile sintesi di sommo artista e uomo di scienza, e offrire alla comunità accademica un'opportunità per ripensarsi.

L'iniziativa è organizzata dall’Accademia Pugliese delle Scienze, unitamente a Università di Bari, Politecnico di Bari, Università del Salento, Università della Basilicata, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare-INFN, Museo Leonardo da Vinci di Galatone, Sitael SpA, Autorità Portuale di Bari.

Gli incontri, a ingresso libero, si svilupperanno secondo un fitto calendario di eventi, il primo dei quali si svolgerà presso l’Aula Magna del Politecnico di Bari il 27 marzo 2019, a partire dalle ore 9:30 e avrà come tema “Dal volo degli uccelli al volo spaziale”. Tra gli interventi, ci sarà quello di Luigi Borzacchini, autore del libro "La solitudine di Leonardo", recentemente pubblicato da edizioni Dedalo, e dell’articolo su Leonardo presente nel numero in uscita della rivista Sapere.

 

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito http://www.leonardo500puglia.it/

Informazioni aggiuntive

  • città Bari
Il problema della duplicazione del cubo, ossia la costruzione di un cubo avente volume doppio rispetto a quello di un cubo di lato assegnato, è uno dei tre problemi classici della matematica greca, insieme alla trisezione dell'angolo e alla quadratura del cerchio. È necessario precisare che, per i Greci, il…
Sarà capitato a molti di essere fan di attori famosi. Le loro vite, così lontane dalla nostra quotidianità, ci affascinano così tanto da volerne conoscere i minimi particolari. Leggiamo riviste specializzate a caccia di informazioni: in quali film hanno recitato, cosa mangiano, quali sono le loro abitudini. E se la…
La Gioconda e il suo volto enigmatico sono stati osservati con occhio indagatore da innumerevoli appassionati e curiosi, tra cui è possibile ritrovare anche scienziati e medici. Alcuni di loro hanno pensato di tentare di ricavare, dalle sapienti pennellate di Leonardo da Vinci, una vera e propria diagnosi, un quadro…

caraveo saperescienza

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.