Sapere Scienza

Sapere Scienza

Una notte da trascorrere tra le sale del MUSE, dedicato a un pubblico adulto, da cui uscire divertiti e forse, perché no, anche un po' cambiati.
Fra gli ospiti della serata, protagonisti di incontri unici di commistione tra arte, scienza e sport, la speaker radiofonica Roberta Lanfranchi, il cabarettista Flavio Oreglio, il campione mondiale di vela Ruggero Tita e il ricercatore del CNR Francesco Guatieri.

 

 

La notte al MUSE offrirà l'esclusiva opportunità di vivere gli spazi del museo in orario inconsueto e scoprire i segreti del "dietro le quinte", visitare le collezioni, attraversare la serra tropicale sotto alla pioggia, osservare le stelle e addormentarsi tra dinosauri e mammiferi con una dolce degustazione dello chef Alfio Ghezzi.

 

Tariffa: € 80 (ridotto per possessori MyMUSE card)
Prenotazione obbligatoria entro il 3 dicembre 2017 (posti limitati).
Per informazioni e prenotazioni consultare il sito www.muse.it o chiamare il numero 0461 270311.

Informazioni aggiuntive

  • città Trento

Venerdì 23 febbraio 2018, alle ore 17:30, sarà inaugurata la mostra “Genoma umano. Quello che ci rende unici”, presso il MUSE - Museo delle Scienze di Trento.

 

Perché le persone sono tutte diverse? Da dove provengono i talenti? Perché c’è chi invecchia in modo invidiabile e chi, purtroppo, no? Perché la vita ha un termine biologico e come possiamo prevenire le malattie? La mostra affronterà tutti questi interrogativi che ci riguardano profondamente e sui quali, oggi, è focalizzato un settore importante e promettente della ricerca in campo biologico.

 

“Genoma umano” sarà quindi un vero e proprio viaggio tra le nuove sfide offerte dalla genomica - una scienza in continua evoluzione che non manca di suscitare interrogativi e dubbi anche sul piano etico - con un focus su opportunità e rischi originati dall’applicazione delle nuove conoscenze ad ambiti particolarmente sensibili, quali la salute. Grazie a un percorso interattivo e immersivo - che potrà contare su numerosi supporti multimediali ed exhibit in grado di toccare le corde più profonde della sensibilità personale - attraverso video e multi-proiezioni di grande impatto scenico e la mediazione dell’arte - la mostra affronterà tre questioni fondamentali sul patrimonio genetico umano: quanto conta il DNA, quali altri fattori intervengono nella sua definizione (ad esempio ambiente e stili di vita), come e quanto possiamo intervenire per modificarlo. Un cambio di scala - dal macro al micro - che tuttavia non trascura la componente umana e sociale, porterà il pubblico a esplorare un mondo affascinante, che custodiamo dentro di noi e che ci rende ciò che siamo: unici.

 

L’esposizione, che sarà visitabile dal 24 febbraio 2018 al 6 gennaio 2019, costituisce il principale progetto espositivo per l’anno 2018 con il quale il MUSE conferma il proprio ruolo di centro di mediazione di una conoscenza scientifica che mira a rendere il proprio pubblico più consapevole, offrire modalità comunicative nuove per poter comprendere temi scientifici complessi, discriminare e scegliere tra le offerte della nuova biologia.

Informazioni aggiuntive

  • città Trento

caraveo saperescienza

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.