Sapere Scienza

Sapere Scienza

La NASA sta lavorando su qualcosa di piccante. Non ci fraintendete: non si tratta di uno scandalo o di vicissitudini simili, ma proprio di peperoncino. Un gruppo di scienziati dell'agenzia spaziale statunitense sta per inviare nello spazio, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), il materiale necessario per crescere delle piante di peperoncino di varietà Española. Cos'ha di speciale questo progetto? Quali sono le sue finalità?

Esistono passioni, nate durante gli anni dell’infanzia, che non ci abbandonano mai. È successo questo a Robert J. Lang: fisico americano che ha studiato presso i prestigiosi California Institute of Technology e Stanford University, ha lavorato alla NASA nel Jet Propulsion Laboratory ma non ha mai smesso di creare origami, fino a decidere di farlo diventare il suo mestiere, senza però allontanarsi dalla scienza.

Come abbiamo già appreso leggendo di tante missioni spaziali, ad esempio Cassini o Rosetta, questi progetti hanno una data di inizio e una di fine. Le sonde sono costruite e lanciate nello spazio per la loro avventura esplorativa sapendo che, dopo un determinato periodo, per una serie di motivi, non potranno più inviare dati agli scienziati e dovranno andare “in pensione”. A fine gennaio, però, è accaduto qualcosa di strano. Un “vecchio amico” della NASA si è risvegliato dopo anni di silenzio: è il satellite IMAGE.

Pagina 1 di 2

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.