Sapere Scienza

Sapere Scienza

Da qualche tempo, ormai, non si fa altro che parlare di Bitcoin. Qualcuno, più esperto (o supposto tale), si spinge fino a Ethereum, ma c'è una cosa quasi mai menzionata da nessuno: la struttura che rende possibile l'esistenza di queste criptovalute. È una tecnologia destinata a essere ben più rivoluzionaria delle valute stesse. Si tratta della blockchain, che ci consente di risolvere un problema che si pone fin dagli albori di internet e che negli ultimi anni è diventato sempre più imponente e invasivo della nostra privacy: come possiamo fidarci di ciò che succede on-line?

Un fenomeno al centro dell’intreccio tra tecnologie e consumi è senza dubbio la moneta virtuale bitcoin. Recentemente i manager dei popolari siti commerciali eBay e Paypal hanno dichiarato che a breve i loro portali supporteranno per i propri pagamenti anche questa moneta, assurta agli onori delle cronache nel 2013 a seguito di un’impennata del proprio valore.

I mercati neri esistono nella vita reale, ma anche nel mondo di Internet. In questi ultimi anni, nella parte meno accessibile di Internet si sono sviluppate numerose piattaforme online, di portata globale, che smerciano svariati tipi di prodotti illegali: dalle droghe alle armi, dalle borse di Prada fino ai numeri di carte di credito rubate.

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.