Sapere Scienza

Sapere Scienza

La decisione della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, che permette il brevetto di ovociti umani opportunamente modificati per essere attivati a produrre cellule staminali embrionali, è certamente importante perché supera una limitazione di natura etica molto forte, e perché riconosce quanto già dimostrato biologicamente: gli ovociti non fecondati non generano embrioni potenziali.

Di Giuseppe Novelli, genetista e Rettore dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"

Un embrione, il primo di questo genere, in parte uomo e in parte maiale. La "chimera" ottenuta da un gruppo di ricercatori della University of California di Davis rappresenta un tentativo di far crescere organi umani all'interno di un suino, per aumentare la disponibilità di organi per trapianti.

Pagina 1 di 2

caraveo saperescienza

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.