Sapere Scienza

Sapere Scienza

La Giornata Mondiale per il Cuore sarà celebrata domani, 29 settembre. Secondo i dati diffusi dalla Fondazione Italiana per il Cuore, in Italia 127.000 donne e 98.000 uomini muoiono ogni anno per malattie cardio-cerebrovascolari (ad esempio infarto e ictus) e, molti di questi casi, si verificano prima dei 60 anni di età. Un dato positivo è la diminuzione di oltre il 35% del tasso di mortalità in 11 anni e, per favorire questo tendenza, è necessario puntare sulla prevenzione.

Il Viagra, il noto farmaco contro le disfunzioni erettili, potrebbe avere un effetto protettivo sul cuore. La "pillola blu", secondo una nuova ricerca pubblicata oggi su BMC Medicine, assunta quotidianamente potrebbe, sul lungo termine, fornire una protezione cardiaca con pochi effetti collaterali.

Attenti all'ora legale, potrebbe portare problemi di salute. Lo sostiene uno studio dell'Università del Michigan secondo cui il primo giorno feriale dopo lo spostamento delle lancette avanti di un'ora è a grande rischio infarto.

Avere un buon vicinato ed essere integrati in una comunità locale amichevole potrebbe ridurre sensibilmente le probabilità di essere colpiti da un attacco cardiaco. Sono questi i risultati di uno studio condotto su oltre cinquemila adulti americani e pubblicato sulla rivista British Medical Journal.

Pagina 1 di 2

clark

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.