Sapere Scienza

Sapere Scienza

La Giornata Mondiale per il Cuore sarà celebrata domani, 29 settembre. Secondo i dati diffusi dalla Fondazione Italiana per il Cuore, in Italia 127.000 donne e 98.000 uomini muoiono ogni anno per malattie cardio-cerebrovascolari (ad esempio infarto e ictus) e, molti di questi casi, si verificano prima dei 60 anni di età. Un dato positivo è la diminuzione di oltre il 35% del tasso di mortalità in 11 anni e, per favorire questo tendenza, è necessario puntare sulla prevenzione.

Quanti di voi si saranno chiesti se il riposino pomeridiano sia veramente un toccasana per la nostra salute. Quello che sembrerebbe un indugiare nell'ozio, seppur di breve durata, ha mostrato di portare numerosi benefici fisici e psicologici. Tra i tanti vantaggi del pisolino ci sarebbe l'abbassamento della pressione sanguigna, testimoniata dai dati raccolti in uno studio presentato all'American College of Cardiology's 68th Annual Scientific Session.

È possibile determinare la presenza di un’ischemia nel tessuto cardiaco a partire da un semplice esame non invasivo, come l’elettrocardiogramma o ECG? Questa domanda motiva il gruppo di ricerca in cui lavoro da due anni: eppure, il nostro metodo per cercare una risposta è ben diverso da test di laboratorio e casi clinici. Operiamo infatti nel Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano, e i nostri strumenti sono i modelli matematici e il calcolo scientifico.

Pagina 1 di 2

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.