Sapere Scienza

Sapere Scienza

Quanti di voi saranno stati a Londra durante queste vacanze estive e avranno visitato l’imperdibile British Museum? Di rito la foto davanti alla Stele di Rosetta! Questo reperto, uno dei più conosciuti e più importanti della storia del museo ma anche, e soprattutto, dell’archeologia, potrà essere osservato da vicino e studiato anche da coloro i quali non possono recarsi nel Regno Unito o da chi ha la necessità di “averlo tra le mani” per motivi di studio.

Uno degli aspetti dirompenti di Internet e dei dispositivi mobili è che queste tecnologie stanno modificando le nostre abitudini di consumo di vari contenuti culturali come la musica, i film, i libri o i giornali quotidiani. Nell’arco dell’ultimo decennio il processo di digitalizzazione di questi contenuti è andato maturando e si è assistito a una trasformazione degli "oggetti fisici" – un disco di vinile o un libro di carta – in flussi di dati immateriali da scaricare attraverso la Rete. Ma a che punto siamo, oggi in Italia, con il processo di digitalizzazione dei contenuti culturali?

Spesso ci si divide in schieramenti quando si parla delle nuove tecnologie di cui ci circondiamo, così invasive e onnipresenti, e di discuterne l'utilità o, al contrario, l'influenza negativa che potrebbero esercitare sulle nostre capacità cognitive. Esistono prove che dimostrano che l'uso di smartphone, tablet, PC, il continuo passare da un social e l'altro, l'ipnotico perdersi nell'ultimo videogioco, ci stia realmente cambiando?

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.