Sapere Scienza

Sapere Scienza

Tempo fa sono stato invitato al convegno nazionale dell’Unione Giornalisti Italiani Scientifici. Consapevole del fatto che le posizioni negazioniste trovano ancora uno spazio importante nella stampa italiana, non mi sono lasciato sfuggire l’occasione per accendere il dibattito sui cambiamenti climatici. Ho utilizzato un metodo un po' brutale ma efficace, affermando che continuare a discutere se vi sia o meno la mano dell’uomo nel riscaldamento globale equivale a porsi il problema se la Terra gira intorno al Sole o viceversa. Apriti cielo! Gli animi si sono subito accesi, in pochi minuti sono spuntati fuori vecchi argomenti (un classico: le macchie solari) e nomi di “autorevoli scienziati” che negano il contributo dell’uomo al cambiamento del clima. Sono uscito da quell’infuocato dibattito molto soddisfatto.

Seconda giornata per La Piazza della Scienza, manifestazione che avrà luogo a Roma sabato 19 maggio, venerdì 25 maggio e venerdì 1 giugno 2018, dalle 16:00 alle 20:00, presso il Giardino pubblico di via Giuseppe Saredo 11.

 

Promossi dall'Associazione Istituto Ecoambientale, i tre incontri promuoveranno la divulgazione delle scienze ambientali, per sostenere la crescita del patrimonio culturale della comunità e la consapevolezza che ognuno può attivare pratiche di resilienza per fronteggiare i rischi ambientali. La scienza diventa così strumento di crescita del senso civico dei cittadini e ne stimola la partecipazione attiva ed è un’opportunità per conoscere e affrontare i problemi quotidiani.

 

L'iniziativa è parte del programma di Eureka! Roma 2018 promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e in collaborazione con Siae.

Informazioni aggiuntive

  • città Roma

Siete lì a crogiolarvi al sole da qualche giorno ma iniziate a sentirvi annoiati? Siete in vacanza ma state andando in crisi di astinenza da scienza? La soluzione dei vostri problemi sono i podcast: potete ascoltarli quando e dove volete, sono leggeri ma non banali, divertenti ma mai superficiali, sono un modo per imparare qualcosa in più mentre ci si riposa sotto l'ombrellone.

I linguaggi attraverso i quali si può trasmettere la passione per la scienza o si può far capire al grande pubblico cosa succede dietro le mura di un laboratorio, sono molteplici e, a volte, inaspettati. Ce lo dimostra "Figure di scienza", un progetto dell'associazione Accatagliato, un team multidisciplinare di scienziati, grafici, docenti, giornalisti e comunicatori, che ha come obiettivo la creazione di un dialogo tra scienza e società. Abbiamo intervistato la presidentessa dell'associazione, Agnese Sonato, per scoprire le novità dei prossimi mesi.

Prima giornata per La Piazza della Scienza, manifestazione che avrà luogo a Roma sabato 19 maggio, venerdì 25 maggio e venerdì 1 giugno 2018, dalle 16:00 alle 20:00, presso il Giardino pubblico di via Giuseppe Saredo 11.

 

Promossi dall'Associazione Istituto Ecoambientale, i tre incontri promuoveranno la divulgazione delle scienze ambientali, per sostenere la crescita del patrimonio culturale della comunità e la consapevolezza che ognuno può attivare pratiche di resilienza per fronteggiare i rischi ambientali. La scienza diventa così strumento di crescita del senso civico dei cittadini e ne stimola la partecipazione attiva ed è un’opportunità per conoscere e affrontare i problemi quotidiani.

 

L'iniziativa è parte del programma di Eureka! Roma 2018 promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e in collaborazione con Siae.

Informazioni aggiuntive

  • città Roma

Questa settimana, nell’ambito degli appuntamenti legati alle intersezioni tra arte e scienza, ho intervistato Matteo Farinella. Laureato in biologia, dopo una laurea specialistica in neurobiologia e un dottorato in neuroscienze alla UCL - University College of London, Matteo è riuscito a unire la sua passione per il disegno e la sua professionalità in campo scientifico in un percorso di divulgazione scientifica molto particolare.

Al via la quinta edizione del Festival della Cultura tecnica, promosso da Comune e Città metropolitana di Bologna. Più di 100 gli appuntamenti in programma da giovedì 18 ottobre a lunedì 17 dicembre, progettati con l'obiettivo di promuovere la cultura tecnica e scientifica. Dal 2017 inserito nella programmazione del PON Città metropolitane Asse 3 "Inclusione sociale", il Festival intende inoltre valorizzare i modi attraverso cui le competenze tecnico-scientifiche, in particolare dei giovani, possono contribuire alla crescita e allo sviluppo delle aree disagiate, favorendo il dialogo e l'inclusione, contrastando gli stereotipi e le discriminazioni, migliorando la vita delle comunità.

Informazioni aggiuntive

  • città Bologna

Il buio ci accoglie in sala e veniamo immersi in un'atmosfera fuori dallo spazio e dal tempo, proiettati in una dimensione passata in cui la musica, la danza tra luci e ombre e la voce sapiente del narratore, raccontano una storia conosciuta da pochi, una vicenda in cui si mescolano geologia, entomologia, evoluzione e umanità. Questa è la storia di una farfalla, per l'esattezza una falena, la Brahmaea europaea, un vero e proprio fossile vivente ancora presente nel territorio del Vulture, in Basilicata, portata in scena nello spettacolo "The Everlasting Butterfly", realizzato dall'associazione Vulcanica in collaborazione con la Compagnia Teatrale L'Albero e l'associazione Liberascienza.

Pagina 1 di 2

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.