Sapere Scienza

Sapere Scienza

I dati sulle temperature superficiali mondiali di cui dispongono gli scienziati li hanno portati a sottostimare il recente riscaldamento globale e il tanto pubblicizzato 'rallentamento' di questo fenomeno in realtà non è così lento come sembra. A sostenerlo, uno studio di Kevin Cowtan, cristallografo delle proteine della University of York (Regno Unito). 

"Durante gli ultimi quattro giorni i livelli di CO2 a Cape Grim hanno superato 400 parti per milione (ppm)". E' questo il contenuto dell'e-mail che Paul Krummel, scienziato atmosferico del Commonwealth Scientific and Industrial Organization, ha inviato sabato scorso ai suoi colleghi. Si tratta di un traguardo davvero poco felice che il nostro Pianeta ha tagliato, quindi, la settimana scorsa.

Pagina 1 di 2

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.