Sapere Scienza

Sapere Scienza

Uno degli aspetti dirompenti di Internet e dei dispositivi mobili è che queste tecnologie stanno modificando le nostre abitudini di consumo di vari contenuti culturali come la musica, i film, i libri o i giornali quotidiani. Nell’arco dell’ultimo decennio il processo di digitalizzazione di questi contenuti è andato maturando e si è assistito a una trasformazione degli "oggetti fisici" – un disco di vinile o un libro di carta – in flussi di dati immateriali da scaricare attraverso la Rete. Ma a che punto siamo, oggi in Italia, con il processo di digitalizzazione dei contenuti culturali?

I suoni sono vibrazioni dell'aria che colpiscono i nostri timpani. All'inizio dell'era della loro riproduzione, a partire dal fonografo di Edison nel 1877, si utilizzava il metodo analogico: la vibrazione dell'aria veniva trasformata in un'analoga vibrazione del segnale elettrico e viceversa. Solo a partire dal 1979 si è avuto un graduale passaggio alla musica digitale, ottenibile attraverso la conversione dei segnali analogici in segnali numerici.

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.