Sapere Scienza

Sapere Scienza

I rumor si fanno più intensi. Negli ultimi mesi si rincorrono voci, e cinguettii twitter, che parlano dell'imminente scoperta delle onde gravitazionali. Ora, forse ci siamo davvero, ne parla anche la rivista Science.

Dopo una pausa di più di un anno Virgo e LIGO, gli interferometri laser che hanno osservato le onde gravitazionali, per la prima volta in maniera diretta, hanno ripreso a funzionare. Il periodo di inattività è servito a migliorare le prestazioni di questi strumenti per poter raggiungere nuovi ambiziosi traguardi in quella che è definita astronomia multimessaggera. Cos'è un'onda gravitazionale? Cosa c'è da aspettarsi in questa nuova fase di osservazione?

La prima rilevazione di onde gravitazionali ha focalizzato l'attenzione dei media nelle scorse settimane. Dal punto di vista sismologico l'esperimento è molto interessante se si pensa che i rivelatori di LIGO (e di VIRGO in Italia) devono essere isolati dal rumore sismico onnipresente sul nostro pianeta.

La Teoria della Relatività Generale ci ha già convinto tutti eppure manca un solo tassello sperimentale alla completa conferma della sua validità: la scoperta delle onde gravitazionali. Ora, circolano voci sempre più insistenti che qualcuno, in America, le abbia trovate.

Pagina 1 di 3

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.