Sapere Scienza

Sapere Scienza

Continua la conta delle morti "sospette" in relazione alla somministrazione del vaccino antinfluenzale Fluad. Anche se l'unica cosa sospetta è che decessi che sarebbero stati classificati come del tutto "normali" (nel senso come eventi probabili in relazione all'età e allo stato di salute dei deceduti) sono considerati "sospetti" solo perché temporalmente avvenuti entro 48 ore dalla somministrazione del vaccino.

Il virus Ebola continua, purtroppo, a mietere vittime in Africa occidentale. Secondo i più recenti dati riportati dall'OMS (Organizzazione Mondiale Sanità) sarebbero 3685 i casi (probabili, confermati e sospetti) e 1841 le morti provocate dall’epidemia che si sta verificando in Guinea, Liberia e Sierra leone. In Nigeria, sono stati riportati 21 casi e 7 morti; in Senegal, è stato riportato un nuovo caso pochi giorni fa. In questi giorni, partirà la sperimentazione sull’uomo di un vaccino già saggiato sugli animali, ma ci vorranno mesi per valutarne la reale efficacia sull’uomo. Le uniche concrete speranze sembrano venire dal farmaco ZMapp: ma è davvero così?

Come già osservato in altre puntate di questa rubrica, negli ultimi anni si stanno diffondendo (soprattutto via Web) campagne anti-vaccinazione che stanno creando grossi problemi nella gestione dei programmi vaccinali europei. Negli ultimi 10 mesi si sono verificati in Europa due casi di difterite, entrambi purtroppo finiti con il decesso dei bambini infetti. La difterite è una malattia che, proprio grazie alla copertura vaccinale dei bambini, è diventata molto rara nella maggior parte dei paesi (in Italia, non si hanno casi di difterite dal 1996, secondo quanto riportato dall’Istituto Superiore di Sanità).

In queste ore, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato il virus Ebola "emergenza internazionale". L'epidemia in corso in Africa occidentale è ritenuta la peggiore negli ultimi quarant'anni. Ma cosa sappiamo di questo terribile virus e come possiamo sperare di sconfiggerlo?

Pagina 1 di 3

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.