Sapere Scienza

Sapere Scienza

La vita esiste anche a circa due chilometri e mezzo sotto la superficie della calotta glaciale antartica occidentale (in inglese "West Antarctic Ice Sheet"). In particolare, esiste in un lago che non ha mai visto la luce del sole per milioni di anni e che ospita micro-organismi che convertono ammonio e metano in energia necessaria alla crescita.

Ci si gira intorno ma, quando si parla dell'inizio della vita sulla Terra, si finisce (quasi) sempre per citarli. I meteoriti, secondo un nuovo studio, potrebbero essere responsabili della vita sul nostro Pianeta: sarebbe stato proprio il loro impatto, le condizioni create dalle collisioni, a innescare la prima scintilla di vita sulla Terra.

L’esplosione del Cambriano è l'espressione utilizzata per indicare l’improvvisa comparsa nei record fossili di numerose specie animali e vegetali. Sebbene le prime forme di vita siano apparse sul nostro pianeta oltre 3,5 miliardi di anni fa, è solo a partire da circa 500 milioni di anni fa, nel periodo Cambriano, che si osserva una rapida crescita nella diversità delle specie, in contrasto con la lenta progressione ipotizzata dalla teoria dell’evoluzionismo.

Pagina 1 di 2

clark

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.