Sapere Scienza

Sapere Scienza

La vita esiste anche a circa due chilometri e mezzo sotto la superficie della calotta glaciale antartica occidentale (in inglese "West Antarctic Ice Sheet"). In particolare, esiste in un lago che non ha mai visto la luce del sole per milioni di anni e che ospita micro-organismi che convertono ammonio e metano in energia necessaria alla crescita.

L’esplosione del Cambriano è l'espressione utilizzata per indicare l’improvvisa comparsa nei record fossili di numerose specie animali e vegetali. Sebbene le prime forme di vita siano apparse sul nostro pianeta oltre 3,5 miliardi di anni fa, è solo a partire da circa 500 milioni di anni fa, nel periodo Cambriano, che si osserva una rapida crescita nella diversità delle specie, in contrasto con la lenta progressione ipotizzata dalla teoria dell’evoluzionismo.

Un gruppo di ricercatori del California Institute of Technology (Caltech) e del Jet Propulsion Laboratory (JPL) ha pubblicato uno studio sulla rivista Nature Geoscience in cui si afferma che, se c'è acqua allo stato liquido su Marte, in determinate condizioni conterrà più ossigeno di quanto inizialmente potessimo immaginare. Secondo la ricerca, i livelli potrebbero addirittura superare la soglia necessaria per semplici forme di vita che utilizzano la respirazione aerobica. Cerchiamo di capire meglio le implicazioni di questa scoperta.

Pagina 1 di 2

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.