Sapere Scienza

Sapere Scienza

Oggi è la Giornata Mondiale dell'Ambiente

5 Giugno 2018

Oggi, 5 giugno, in tutto il mondo si celebra la Giornata dell'Ambiente, un'occasione per acquisire consapevolezza e agire in difesa del nostro pianeta. La festività, proclamata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, ogni anno - dal 1974 a oggi - ha posto sotto i riflettori un tema diverso su cui riflettere. L'argomento scelto per il 2018 è la "lotta alla plastica monouso".

 

Combattiamo l'inquinamento da plastiche

 

L'eliminazione della plastica monouso dalla nostra quotidianità è un obiettivo assolutamente attuale: è di questi giorni la notizia riguardante la nuova direttiva europea contro l'"usa e getta". A partire dal 2025 sarà vietata la vendita di posate, cannucce, bastoncini di cotone per le orecchie e bastoncini per palloncini in plastica e, entro la stessa data, gli Stati membri dovranno raccogliere il 90% delle bottiglie di plastica monouso per bevande adoperando, ad esempio, sistemi di cauzione-deposito. Sarà sicuramente un processo difficile che necessiterà di una riprogettazione nell'approccio progettuale e produttivo e che richiederà anche un profondo cambiamento delle nostre oramai consolidate abitudini. La Giornata Mondiale dell'Ambiente si pone, quindi, come un momento di ispirazione per innovatori, attivisti e leader di tutto il mondo per invitare al dialogo i singoli individui, il settore privato e la politica: noi tutti rivestiamo un ruolo importante per la salvaguardia del Pianeta.

 

banner articoli sapere4

 

Numeri preoccupanti

 

Il programma per l'ambiente delle Nazioni Unite, proprio nell'ambito della promozione di questa grande celebrazione annuale, ha pubblicato alcuni dati riguardanti l'inquinamento causato dalla plastica:

  • ogni anno sono utilizzati più di 5000 miliardi di sacchetti di plastica;
  • ogni anno 13 milioni di tonnellate di plastica finiscono negli oceani;
  • ogni anno 17 milioni di barili di petrolio sono adoperati per la produzione di plastica;
  • ogni minuto 1 milione di bottiglie di plastica vengono comprate;
  • ogni anno 100.000 animali marini sono uccisi dalla plastica;
  • sono necessari 100 anni affinché gli oggetti di plastica siano degradati dall'ambiente;
  • il 90% delle bottiglie di acqua contengono particelle di plastica;
  • l'83% dell'acqua di rubinetto contiene particelle di plastica;
  • il 50% degli oggetti di consumo in plastica sono monouso;
  • il 10% di tutto il rifiuto prodotto dagli esseri umani è in plastica.

Tutti buoni motivi per modificare il nostro stile di vita subito.

 

Edizione 2018: India

 

L'evento di quest'anno sarà ospitato dall'India, leader emergente nel processo di difesa dell'ambiente, all'avanguardia su questioni quali i cambiamenti climatici e l'inquinamento da plastica. Le quattro aree chiave che saranno discusse durante questa importante giornata saranno la riduzione degli oggetti in plastica monouso, il miglioramento della gestione dei rifiuti, il ritiro graduale delle microplastiche e la promozione della ricerca di alternative.


Anche noi possiamo fare qualcosa per proteggere l'ambiente e migliorare le nostre vite. Quello che abbiamo con la plastica non è un rapporto sano. Scoprite perché e come "rompere" questa relazione, guardando il simpatico video realizzato dalle Nazioni Unite.

 

 

Per approfondire l'argomento, acquistate e leggete l'articolo "Amore di (bio)plastica" di Stefano Bertacchi, pubblicato nel numero di aprile 2018 di Sapere.

copertina   luglio-agosto 2018

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.