Sapere Scienza

Sapere Scienza

L'anti-idrogeno ha carica elettrica neutra

21 Gennaio 2016

La carica elettrica dell'anti-idrogeno - la controparte di antimateria dell'idrogeno - è neutra. Lo confermano nuovi risultati dell'esperimento ALPHA del CERN di Ginevra, pubblicati su Nature. Si pensa che, dopo il Big Bang, l'antimateria sia apparsa in quantità pari a quella della materia ma, curiosamente, sembra essere assente dall'Universo osservabile. Di recente è diventato possibile studiare gli atomi di anti-idrogeno creati artificialmente, alla ricerca di eventuali differenze di comportamento tra materia e antimateria.


Secondo il Modello Standard della fisica delle particelle, la carica di anti-idrogeno dovrebbe essere neutra ma finora è stato difficile dimostrare questa ipotesi perché la produzione di antimateria e la misurazione delle sue proprietà sono attività sperimentalmente impegnative.

Jeffrey Hangst dell' Università di Aarhus, Danimarca, e colleghi del team della collaborazione ALPHA del CERN di Ginevra hanno intrappolato atomi di anti-idrogeno e sono riusciti a fornire forti evidenze della neutralità della loro carica, migliorando la precisione della misura della carica dell'anti-idrogeno di venti volte rispetto alle precedenti.

Dal momento che la carica dell'anti-protone (l'equivalente nell'antimateria del protone) è nota con una precisione simile, questo risultato contribuisce anche a perfezionare il limite sulla carica del positrone (la controparte di antimateria dell'elettrone).

Queste misure rappresentano un test importante delle basi teoriche fondamentali del Modello Standard e possono aiutare ad affrontare l'annosa questione del perché sembra che ci sia molta più materia che antimateria nell'Universo osservabile.

copertina   luglio-agosto 2019

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

clark

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.