Sapere Scienza

Sapere Scienza

Antidepressivi in gravidanza aumentano il rischio obesità per la prole

23 Giugno 2014

Le donne che assumono antidepressivi durante la gravidanza potrebbero inconsapevolmente predisporre i loro bambini al diabete di tipo 2 e all'obesità, che potrebbero manifestarsi più tardi, nel corso della vita. La nuova ricerca dalla McMaster University ha infatti rilevato una correlazione tra l'uso del farmaco fluoxetina durante la gravidanza e un maggiore rischio di obesità e diabete nei bambini.

 

Secondo precedenti studi, le donne incinte sono particolarmente vulnerabili alla depressione e si stima che fino a una su cinque donne in gravidanza presenti sintomi depressivi durante la gestazione. "Abbiamo dimostrato per la prima volta in un modello animale che l'uso materno di una classe di antidepressivi chiamati inibitori della ricaptazione della serotonina, o SSRI, ha determinato un maggiore accumulo di grassi e infiammazione nel fegato della prole adulta, il che solleva nuove preoccupazioni per le complicanze metaboliche a lungo termine nei bambini nati da donne che assumono antidepressivi SSRI durante la gravidanza" ha spiegato Nicole De Long, tra gli autori dello studio presentato durante il meeting congiunto della Society of Endocrinology e della The Endocrine Society che si sta tenendo a Chicago.

copertina   settembre-ottobre 2019

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

clark

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.