Sapere Scienza

Sapere Scienza

Ecco perché le donne soffrono più di asma: il testosterone protegge gli uomini

10 Maggio 2017

Per la prima volta, un gruppo di scienziati ha scoperto che il testosterone protegge dallo sviluppo dell'asma. La ricerca potrebbe spiegare perché le femmine hanno una probabilità doppia di sviluppare questa malattia dopo la pubertà.


Il ruolo del testosterone

Il testosterone, secondo le nuove scoperte degli studiosi del Walter and Eliza Hall Institute di Melbourne, Australia, sopprime la produzione di un tipo di cellula immunitaria che innesca l'asma allergico.
Nel 2016, la città di Melbourne ha vissuto un evento "tempesta asmatica" senza precedenti a livello internazionale per la sua scala e la gravità delle conseguenze: quasi 10.000 persone sono andate in ospedale in un periodo di soli due giorni; si pensa che l'asma allergico riscontrato sia stato innescato da un'allergia al polline. Anche molte persone senza storia di asma sono state colpite da gravi attacchi.


Cellule "asmatiche" bloccate

"La nostra ricerca mostra che gli alti livelli di testosterone nei maschi li proteggono contro lo sviluppo di asma allergico. Abbiamo scoperto che il testosterone è un potente inibitore della proliferazione delle cellule linfoidi innate (ILC2), una cellula immunitaria che è stata associata all'inizio dell'asma" ha spiegato Cyril Seillet, tra gli autori dello studio pubblicato sulla rivista Journal of Experimental Medicine.

Le cellule ILC2 si trovano nei polmoni, nella pelle e in altri organi. Queste cellule producono proteine che possono causare infiammazioni e danni del polmone in risposta a stimolanti comuni per l'asma allergico, come il polline, gli acari della polvere, il fumo di sigaretta e i degli animali da compagnia.

copertina   marzo-aprile 2017

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

BANNERABBONATI

iscriviti copia

clark

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.