Sapere Scienza

Sapere Scienza

Influenza: creato un vaccino contenente il virus "vivo"

2 Dicembre 2016

Un gruppo di scienziati cinesi è riuscito a creare un vaccino che sembra funzionare in modo molto efficace contro l'influenza in cui viene sfruttato il virusvivo ma geneticamente modificato. Dopo aver manipolato il suo genoma, il virus è in grado di attivare il sistema immunitario ma non può replicare se stesso nelle cellule sane. Si tratta di un approccio che potrebbe diventare ampiamente utilizzato per la generazione di vaccini contenenti virus vivi "adattati" ad altri virus. Il vaccino, finora, si è dimostrato molto efficace in modelli animali come topi, cavie e furetti.

 

Vivo... ma non troppo

Una sfida importante per lo sviluppo di vaccini virali è rappresentata dal processo di incorporazione di una quantità di materia biologica del virus tale da suscitare una risposta immunitaria ma che non permette al virus di dilagare attraverso il corpo infettando le cellule sane. Longlong Si e colleghi dell'Università Peking di Beijing hanno modificato il codice genetico del virus A in modo che potesse solo infettare e replicarsi in una linea cellulare ingegnerizzata per essere dipendente da un amminoacido non naturale: questo virus modificato, sebbene resti ancora molto potente in termini di attivazione del sistema immunitario, risulta incapace di replicarsi nelle cellule convenzionali.

 

Ottima risposta anticorpale 

La somministrazione del virus modificato sotto forma di vaccino, nei topi, ha offerto una protezione completa contro l'influenza. Il nuovo vaccino, come si legge sulla rivista Science, è stato in grando di innescare una risposta anticorpale paragonabile a uno dei vaccini con virus vivo già esistente, e una seconda dose aumentava gli anticorpi di un fattore da sei a otto. Effetti benefici sono stati osservati anche quando il vaccino virale è stato testato contro diversi ceppi di influenza e in cavie e furetti. Questi tipi di vaccini con virus possono essere potenzialmente adattati a quasi qualsiasi virus, sostengono gli autori, fino a quando il loro genoma può essere manipolato e "impacchettato" in una specifica linea cellulare.

 

Per saperne di più:
- Influenza: storia naturale di un virus trasformista

copertina   luglio-agosto 2019

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.