Sapere Scienza

Sapere Scienza

Il partner che sposiamo? Quello con Dna simile al nostro

21 Maggio 2014

Le persone tendono a sposare chi ha un corredo genetico simile. A sostenerlo è un nuovo studio condotto da scienziati della University of Colorado Boulder che è stato pubblicato slla rivista Pnas. Che le persone che presentano molte similitudini, sul piano, per esempio, della religione, dell'età, dell'etnia, del reddito o del tipo di educazione ricevuta, tendessero a far coppia era un dato già noto. Ora però, i ricercatori hanno scoperto che gli individui hanno anche maggiore probabilità di sposare coloro che hanno un patrimonio genetico similare. 

 

Benjamin Domingue e colleghi hanno studiato dati relativi al genoma contenuti nell'Health and Retirement Study: complessivamente, sono stati analizzati i genomi di 825 coppie americane non ispaniche bianche, soffermandosi in particolare sull'individuazione dei polimorfismi a singolo nucleotide, ossia di quei segmenti del Dna in cui si ritiene risiedano le differenze tra gli esseri umani. Gli scienziati ne hanno analizzati 1,7 milioni nel genoma di ogni individuo e sono arrivati alla conclusione che sussistevano meno diversità tra i Dna di coppie sposate piuttosto che tra quelli di due persone scelte casualmente.

Tag:

copertina   luglio-agosto 2019

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.