Stampa questa pagina

Nobel per la Medicina alle ricerche contro i parassiti

5 Ottobre 2015

Un Nobel contro i parassiti. Il Nobel per la Medicina 2015 è stato assegnato a tre scienziati: William C. Campbell e Satoshi Omura, per i loro studi contro infezioni causate da parassiti nematodi, e Youyou Tu, per la sua scoperta di una terapia contro la malaria. Il Comitato dei Nobel per la Medicina e la fisiologia ha annunciato il conferimento del prestigioso riconoscimento presso il Karolinska Institutet di Stoccolma, sottolineando che i lavori degli scienziati hanno cambiato le vite di milioni di persone.

 

La malaria uccide oltre 450 mila persone ogni anno mentre i vermi parassiti riguardano un terzo della popolazione mondiale e causano svariate malattie, come la filariasi linfatica e la cosiddetta cecità fluviale. Dopo decenni di modesti progressi scientifici, la scoperta di due nuovi farmaci, Ivermectina per la cecità fluviale e la filariasi linfatica e l'Artemisinina per la malaria, hanno rappresentato un deciso passo avanti.

 

Youyou Tu è la tredicesima donna a vincere un Premio Nobel. La sua ricerca di una potenziale terapia contro la malaria si è concentrata sulla medicina erboristica tradizionale, fino alla scoperta di un estratto dalla pianta Artemisia annua, che si è mostrato capace di uccidere il parassita della malaria. Attualmente il farmaco ricavato è usato in tutto il mondo, in combinazione con altre medicine anti-malariche, e salva la vita a oltre 100 mila persone ogni anno nella sola Africa.

 

Satoshi Omura, microbiologo giapponese, e William Campbell, biologo dei parassiti di origine irlandese che lavora negli Stati Uniti, sono stati premiati per la scoperta dell'Ivermectina, il cui principio attivo, l'Avermectina, è stato isolato studiando microbi in campioni di suolo.

Tag:

Articoli correlati

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.