Sapere Scienza

Sapere Scienza

OMS: il virus Zika è un'emergenza sanitaria mondiale

3 Febbraio 2016

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il virus Zika è ormai "un'emergenza sanitaria mondiale". Il virus, che si trasmette con la puntura di zanzara e si è diffuso in Sudamerica, ha fatto registrare disordini neurologici e casi di microcefalia. "Il nesso causale tra le infezioni di Zika durante la gravidanza e la microcefalia è fortemente sospettato, malgrado ancora non scientificamente provato. Tutti sono d’accordo sull’urgente bisogno di coordinare gli sforzi internazionali per indagare e comprendere meglio questo tipi di relazione" ha dichiarato Margareth Chan, direttore generale dell'OMS. 

Uno dei timori principali, infatti, è che il virus possa essere responsabile di malformazioni al feto quando è trasmesso a una donna incinta: in Brasile, dallo scorso ottobre sono segnalati 4mila casi sospetti, anche se solo alcune centinaia sono stati confermati e verificati dalle autorità sanitarie. “Oggi vi dico che i recenti casi di microcefalia e altre anomalie neurologiche riscontrati in America Latina e quelli simili rilevati in Polinesia nel 2014 costituiscono un’emergenza sanitaria pubblica di rilievo internazionale” ha aggiunto Chan. L'OMS inoltre ha consigliato alle donne incinte di evitare viaggi nelle aree in cui lo Zika è più diffuso, come centro e Sud America, e, in ogni caso, che si proteggano adeguatamente contro le zanzare.

 

La dichiarazione di “emergenza sanitaria pubblica di rilievo internazionale” serve a mettere in allerto gli stati del mondo affinché adottino misure sanitarie preventire atte a impedire la minaccia di una patologia. Viene decisa a seguito della riunione di un apposito comitato di esperti che, in quest'ultimo caso, si è riunito ieri sera per la prima volta, arrivando alla decisione sul virus Zika. Non si tratta di uno stato d'allerta utilizzato molto spesso ma negli ultimi anni l'OMS vi ha fatto ricorso diverse volte, come nel 2009 per l'epidemia da influenza suina (virus H1N1) e nel 2014 per ben due volte, con la poliomielite a maggio e il virus ebola ad agosto.

Tag:

copertina   maggio-giugno 2020

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

petrocelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.