Sapere Scienza

Sapere Scienza

Giocare potrebbe aumentare il volume del cervello

22 Luglio 2014

Passatempi come i giochi di carte oppure i puzzle potrebbero contribuire a incrementare il volume del cervello. A dirlo, una nuova ricerca presentata durante l'Alzheimer’s Association International Conference 2014. Stephanie Schultz e colleghi di due Istituti di ricerca sull'Alzheimer in Wisconsin hanno esaminato 329 persone di mezza età che non soffrivano di demenza, ma che presentavano fattori di rischio per la patologia legati alla storia familiare.

 

I cervelli dei volontari sono stati sottoposti a scansione per studiare la loro attività cognitiva e sono state raccolte informazioni su quanto giocassero, quanto leggessero libri, frequentassero musei e così via. I risultati hanno mostrato che le persone che giocavano di più, a dama, ai giochi con le carte, che facevano puzzle o parole crociate, avevano il volume del cervello più grande. "I nostri studi suggeriscono che, per alcuni individui, l'impegno in attività cognitivamente stimolanti, soprattutto quelle che riguardano puzzle e giochi con le carte, potrebbe preservare le strutture chiave del cervello e le funzioni cognitive che sono vulnerabili al morbo di Alzheimer" ha commentato Schultz.

9788822094445   luglio-agosto 2020

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

caraveo saperescienza

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.