Sapere Scienza

Sapere Scienza

Problemi di connettività cerebrale dietro l'impulsività dei bambini

18 Agosto 2014

Il comportamento impulsivo dei bambini è legato alla connettività cerebrale: maggiore è l'alterazione nelle connessioni tra la corteccia cingolata posteriore e il giro angolare destro e maggiori sono i livelli di impulsività nei bambini, come anche osservato in persone con comportamento antisociale. A rivelarlo, una ricerca dell'Università di Murcia, Spagna, pubblicata sulla rivista Frontiers in Behavioral Neuroscience.

 

Gli scienziati hanno coinvolto nello studio 24 bambini valutando i loro livelli di comportamento impulsivo, che causa difficoltà nell'inibizione della risposta a uno stimolo, e osservando i loro cervelli tramite tecniche di neuroimaging. In questo modo, è stata esaminata la loro connettività cerebrale, scoprendo che maggiori livelli di alterazione in due specifiche aree corrispondevano a maggiori livelli di impulsività nel comportamento. Secondo i ricercatori si tratta di un risultato importante perché, per esempio, la connettività cerebrale potrebbe essere sfruttata come utile informazione per controllare l'impulsività del bambino, fornendo un significativo check a livello neuro-anatomico.

copertina   settembre-ottobre 2018

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

clark

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.