Sapere Scienza

Sapere Scienza

Un viso "medio" è più affidabile

29 Dicembre 2014

Avere un viso comune, quasi anonimo, è visto spesso come un difetto. Ma secondo un nuovo studio comparso sulla rivista Psychological Science, un volto medio è percepito come più affidabile. "Un volto tipico probabilmente ispira familiarità, vicinanza culturale" spiega Carmel Sofer, della Princeton University, tra gli autori della ricerca. In un esperimento, i ricercatori hanno creato un esempio di volto tipico tramite la media digitale di 92 volti femminili e hanno poi ottenuto un volto attraente tramite una media dei 12 volti più interessanti, tra quelli considerati in precedenza, e di altri visi. In seguito, hanno combinato queste due facce in un unico volto e hanno creato nove varianti che avevano differenti livelli di attrattività e tipicità. Il risultato finale è stata una serie di 11 facce con un livello di attrattività crescente e con il volto più caratteristico, più comune, che occupava il punto medio. I partecipanti (un gruppo di donne) hanno poi attribuito un punteggio da 1 a 9 per quanto riguarda l'affidabilità o l'attrattività ai vari visi. I risultanti hanno rivelato che più il volto era vicino a quello tipico, più si percepiva come affidabile. L'attrattività, invece, non seguiva questa tendenza: i volti venivano percepiti come attraenti sempre di più, dal primo verso l'ultimo della serie.

9788822094445   luglio-agosto 2020

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

caraveo saperescienza

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.