Sapere Scienza

Sapere Scienza

I pipistrelli usano la polarizzazione della luce per volare

1 Agosto 2014

I pipistrelli utilizzano il modo in cui la luce del Sole viene dispersa in atmosfera al tramonto - fenomeno detto 'polarizzazione' della luce - per calibrare la bussola interna che li aiuta a volare nella direzione giusta. Si tratta del primo mammifero che viene trovato a servirsi di un processo simile. Lo studio della Queen University di Belfast è stato pubblicato sulla rivista Nature Communications.

 

Nonostante questa scoperta, gli scienziati non hanno comunque finora alcuna idea di come il pistrello Vespertilio maggiore (Myotis myotis) agisca per captare e sfruttare la luce polarizzata. "Sappiamo che altri animali usano la polarizzazione della luce e abbiamo solo qualche idea sul sistema impiegato - ha spiegato Richard Holland, tra gli autori dello studio - per esempio, le api hanno fotorecettori negli occhi che le aiutano a decifrare la polarizzazione, così come le cellule dei coni oculari di pesci, uccelli, anfibi e rettili. Ma non sappiano quali strutture potrebbero essere usate dai pipistrelli".

9788822094445   luglio-agosto 2020

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

caraveo saperescienza

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.