Stampa questa pagina

Scoperto l'enzima del profumo della rosa

3 Luglio 2015

Si chiama RnNUDX1. Un nome poco romantico, ma è quello dell'enzima responsabile della dolcissima fragranza delle rose. Lo ha scoperto un gruppo di scienziati della Université de Lyon di Saint-Etienne, Francia.
Le rose sono state incrociate nel tempo soprattutto allo scopo di migliorare i tratti estetici, e il profumo, che era una volta forte, nel corso delle varie generazioni è andato indebolendosi. Analizzando i geni di due cultivar di rosa selezionate per determinate caratteristiche desiderabili, Jean-Louis Magnard e colleghi hanno scoperto che alle fragranze dei fiori contribuiva una famiglia del tutto inattesa di enzimi. Come si legge sulla rivista Science, i ricercatori hanno confrontato in particolare i trascrittomi della varietà Papa Meilland, che ha un odore molto forte, e quello della cultivar Rogue Meilland, che produce poco profumo, per confrontare le loro differenze genetiche. In questo modo hanno scoperto che l'enzima RhNUDX1, che agisce nel citoplasma delle cellule situate nei petali dei fiori, genera il geraniolo monoterpene, una sostanza fragrante che costituisce la parte principale dell'olio di rosa. In futuro, i botanici potrebbero essere in grado di sfruttare il gene RhNUDX1 per rinfocolare i profumi accattivanti di questi bellissimi fiori.

 

[Immagine: credit A. Cheziere / Université Jean Monnet]

Tag:

Articoli correlati

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.