Sapere Scienza

Sapere Scienza

Il campo magnetico terrestre potrebbe essere più antico del previsto

6 Agosto 2015

Il campo magnetico terrestre esiste da molto più tempo di quanto si pensava finora. A rivelarlo è uno studio pubblicato sulla rivista Science da parte di un gruppo di ricercatori della University of Rochester. Gli scienziati hanno analizzato campioni di zircone vecchi 4,22 miliardi di anni che hanno fatto capire che il campo magnetico terrestre potrebbe essersi sviluppato poco dopo la formazione del nostro Pianeta.
John Tarduno e colleghi hanno usato piccoli minerali intrappolati in antichi zirconi che conservavano tracce del campo magnetico della Terra del passato. I ricercatori hanno prima di tutto condotto test che hanno assodato che i campioni non sono stati influenzati da eventi geologici, dalla loro formazione in poi.

Studi precedenti avevano mostrato alcuni isotopi di azoto terrestre risalenti all'Archeano (circa 2,5 miliardi di anni fa) che erano stati sottoposti a una piccola erosione da parte del vento solare. Ora, i campioni del team di Tarduno, anch'essi dell'epoca dell'Archeano, hanno aiutato a spiegare questa erosione, suggerendo un'antica funzione protettiva del campo magnetico terrestre che, schermandoci dal vento solare, potrebbe essere uno dei motivi per cui il nostro Pianeta è così abitabile oggi.

La consapevolezza della esistenza di questo antico campo magnetico potrebbe migliorare i modelli di evoluzione dell'atmosfera terrestre, che sono fondamentali per la comprensione dell'inizio della vita sulla Terra.

copertina   maggio-giugno 2020

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

petrocelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.