Sapere Scienza

Sapere Scienza

Scoperta una "coda" magnetica di Marte

24 Ottobre 2017

Marte ha una "coda", solo che è invisibile perché solo magnetica. Un effetto dei venti solari, forse, che potrebbe aiutare gli scienziati a capire come mai il Pianeta Rosso abbia visto sfuggire la sua atmosfera nello spazio.
Gli ultimi dati forniti dalla sonda MAVEN (Mars Atmosphere and Volatile Evolution Mission) della NASA hanno rivelato che i campi magnetici locali di Marte si comportano in maniera molto diversa, per esempio, dal campo magnetico globale della Terra.

 

"Abbiamo trovato su Marte una 'coda magnetica' unica nel Sistema Solare" ha dichiarato Gina DiBraccio, del Goddard Space Flight Center della NASA, che ha sede in Maryland "e questa è una specie di ibrido tra la il magnetismo praticamente assente di Venere e il campo magnetico terrestre generato dall'interno del nostro Pianeta". Le interazioni tra i venti solari e queste 'sacche' di magnetismo presenti su Marte potrebbero spiegare come mai questo pianeta abbia perduto la sua atmosfera.

 

I venti solari, con i propri campi magnetici, si combinano infatti con il magnetismo residuo di alcune regioni marziane che, quando è orientato nella direzione opposta, subisce una torsione locale in seguito al fenomeno della 'riconnessione magnetica'. Questa particolare 'coda' magnetica influenza le particelle elettricamente cariche dell'atmosfera superiore del Pianeta Rosso, che vengono spinte lontano, nello spazio, assottigliando ulteriormente la già flebile atmosfera di Marte.

La ricerca è stata presentata durante il meeting della American Astronomical Society's Division for Planetary Sciences che si è tenuto in Utah.

 

[Immagine: credit NASA]

Tag:

copertina   agosto-settembre 2017

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

BANNERABBONATI

iscriviti copia

castellani

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.