Sapere Scienza

Sapere Scienza

I Neanderthal vivevano in piccole popolazioni isolate

22 Aprile 2014

Un nuovo studio genetico ha rivelato che gli uomini di Neanderthal vivevano in piccoli, isolati gruppi di popolazione. I nostri antichi cugini erano inoltre mancanti di alcuni geni che sono stati associati ad alcuni tratti specifici del nostro comportamento. A quanto compare sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, infatti, i geni a cui vengono fatti risalire alcuni tratti tipici dell'uomo moderno, come l'aggressività e l'iperattività, non erano ravvisabili nei Neanderthal, che non avevano anche quelle regioni del Dna legate a sindromi come quella autistica. Lo studio si deve a Svante Paabo e ai suoi colleghi del Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology. L'indagine genetica ha anche svelato che, tra un milione e 500mila anni fa, si è verificato un declino del numero dei Neanderthal, con una popolazione generale che si è ristretta. Gli Studiosi hanno analizzato i geni di due antichi Neanderthal di origine spagnola e croata, e hanno messo a confronto i risultati delle indagini con quelle relative al patrimonio genetico di un terzo Neanderthal che visse in Siberia, e con quelli relativi allo studio del genoma di molti uomini moderni. Gli scienziati hanno concluso che, ai giorni d'oggi, abbiamo geni legati alla salute cardiaca e al metabolismo in generale che erano assenti nei Neanderthal e, in aggiunta, presentiamo nel nostro Dna geni differenti legati al colore dei capelli e della pelle. 

9788822094513   settembre-ottobre 2021

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

grandivoci 3 col

bannerCnrXSapere 0

like facebook

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.