Sapere Scienza

Sapere Scienza

La Teoria della Relatività spiega il viaggio "magico" di Babbo Natale

23 Dicembre 2016

Come fa Babbo Natale a portare a 700 milioni di bambini in tutto il mondo i suoi regali, nel giro di una sola notte? La magia del Natale potrebbe essere stata spiegata da Katy Sheen, un fisico dell'Università di Exeter.

 

Il miracolo della Relatività

Secondo la scienziata, esisterebbe una spiegazione scientifica a questo viaggio che ha del miracoloso, e si baserebbe sulla Teoria della Relatività Speciale di Albert Einstein. Babbo Natale, infatti, viaggerebbe con la sua slitta trainata dalle renne a una velocità così elevata da "restringere" lo spazio, e permettergli dunque di percorrere in breve tempo grandissime distanze.

Il fisico ha calcolato che, tenendo conto di tutti i vari fusi orari, Babbo Natale dovrebbe viaggiare a una velocità di circa 6,2 milioni di miglia all'ora, in modo da portare a ogni bambino il suo regalo e celebrare il Natale in circa 31 ore. Qusta velocità avrebbe un duplice effetto: a causa dell'effetto Doppler, inizialmente potrebbe apparire di un colore diverso - dal rosso al verde, perché le onde luminose "rimbalzano" in modo particolare quando ci si muove così veloci - fino a diventare, a un certo punto, completamente invisibile. Sempre l'effetto Doppler spiegherebbe perché i bambini non hanno mai "sentito" Babbo Natale, i cui movimenti così veloci finiscono per produrre suoni che sono al di là della portata dell'udito umano. L'unico rumore che si potrebbe sentire è il "boom sonico" che la slitta produce nel momento in cui supera la velocità del suono.

 

Perché Babbo Natale non invecchia?

"Quando si viaggia a quelle velocità - spiega Sheen - succedono varie cose strane. Il tempo rallenta, per esempio, e Babbo Natale viene 'schiacciato', il che gli permette di entrare nei camini più facilmente". Proprio il rallentamento del tempo, inoltre, spiega perché Babbo Natale sembra praticamente non essere soggetto a invecchiamento. La dilatazione del tempo, prevista dalla Teoria della Relatività di Einstein, fa invecchiare Santa Claus più lentamente, rispetto a quando si muove a una velocità normale.

Il dottor Sheen ha raccontato che, quando aveva sette anni, ha scritto una lettera a Babbo Natale in cui gli chiedeva come mai non è mai invecchiato. Ha ricevuto la risposta "è tutta magia". "Quella risposta non mi ha mai convinto. Ho deciso di diventare uno scienziato e, 26 anni più tardi, ho trovato una spiegazione razionale al tutto", conclude Sheen.

copertina   luglio-agosto 2019

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

tirelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.