Sapere Scienza

Sapere Scienza

Il Pianeta si raffredda? E' merito dei vulcani

14 Gennaio 2015

Un nuovo studio del californiano Lawrence Livermore National Laboratory suggerisce che il rallentamento del riscaldamento globale che si è verificato negli ultimi 15 anni potrebbe essere dovuto all'attività dei vulcani. Dal 1998, anno di temperature record, si è registrato una sorta di iato nel riscaldamento globale e gli anni successivi, fino al 2014, hanno fatto registrare temperature medie mondiali più contenute. Il nuovo studio, in via di pubblicazione sulla rivista Geophysical Research Letters, mostra che una serie di piccole eruzioni che si sono verificate nel 21mo secolo hanno ridotto la quantità di radiazione solare ricevuta dal pianeta, abbassando così il tasso medio del riscaldamento globale. Queste eruzioni, tra cui gli scienziati hanno incluso quella del vulcano Kasatochi in Alaska del 2008 e quella del vulcano Merapi in Indonesia del 2010, hanno diffuso un grande quantità di aerosol solforico nell'atmosfera superiore, che ha in parte impedito alla radiazione solare di raggiungere la superficie terrestre. Precedenti studi avevano mostrato che lo zolfo è un agente chimico in grado di bloccare il Sole e controbilanciare parzialmente gli effetti dei gas serra: gli scienziati, nel nuovo studio, sottolineano che l'attività vulcanica può ritenersi responsabile del 15 per cento del rallentamento del riscaldamento globale.

 

[immagine: credit LNLL]

copertina sapere 5 2020   settembre-ottobre 2020

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

caraveo saperescienza

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.