Stampa questa pagina

Il terremoto del Nepal ha spostato l'Everest?

30 Aprile 2015

Il terremoto del Nepal è stato così intenso che potrebbe aver inciso sull'altezza del monte Everest, variandola di qualche centimetro, in più o in meno.
E' l'ipotesi di Kenneth Hudnut, uno dei geofisici dello U.S. Geological Survey di Pasadena impegnato in questi giorni nell'interpretazione dei dati provenienti dalle stazioni GPS posizionate intorno alla montagna e di quelli satellitari. Secondo i modelli sviluppati finora, l'Everest e l'area intorno al monte potrebbero essersi spostati di qualche centimetro, in verticale e in orizzontale. E' poi James Jackson della Cambridge University a precisare questa stima, parlando di uno spostamento in verticale di meno di una decina di centimetri, "pari a quello orizzontale".

A dire una parola definitiva potrebbe essere però la stazione GPS chiamata SYBC, che si trova a meno di 30 chilometri dalla vetta dell'Everest e che, in seguito alla potenza del terremoto, ha smesso di trasmettere dati. Gli scienziati stanno pianificando un recupero dell'apparecchiatura via elicottero, in modo da poter scaricare i dati registrati.

Gli effetti dell'incredibile energia del sisma potrebbero comunque essere stati ancora più ingenti nelle vicinanze dell'epicentro del terremoto, con la città di Kathmandu che potrebbe essersi spostata di un metro e con le rocce lungo la faglia vicina alla città che potrebbero essersi mosse di addirittura tre metri.

Tag:

Articoli correlati

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.