Sapere Scienza

Sapere Scienza

Undici Paesi europei superano limiti di inquinamento

27 Marzo 2014

 

La National Emission Ceilings (NEC) Directive dell'Unione Europea, impone dei limiti individuali massimali di emissione (che erano da raggiungere entro il 2010) rispetto a quattro inquinanti specifici: anidride solforosa (SO2), ammoniaca (NH3), ossidi di azoto (NOx) e composti organici volatili non metanici (NMVOC). Una prima analisi dei dati ufficiali ha rivelato però che undici stati hanno superato nel 2012 uno o più di questi limiti. Un anno prima, i Paesi che avevano commesso violazioni erano stati invece dieci.

 

Il limite più comunemente infranto nel 2012 è risultato quello relativo agli ossidi di azoto, con otto stati membri (Spagna, Malta, Francia, Irlanda, Belgio, Germania, Lussemburgo, Austria) che hanno oltrepassato i tetti imposti. Una delle cause più significative alla base del gran numero di superamenti dei massimali di questi gas è risultata essere il trasporto su strada, che ha contribuito a circa il 40 per cento del complesso delle emissioni di NOx della Ue.

 

Danimarca e Finlandia, hanno violato il limite per l'ammoniaca (NH3), mentre solo il Lussemburgo ha trasgredito quello relativo ai composti organici volatili non metanici. Sempre il Lussemburgo è stato l'unico Paese a violare due massimali nel 2012, per NOx e NMVOC. Tutti i 27 Stati membri sono rimasti invece entri limiti per quanto riguarda l'anidride solforosa.

 

Per quanto riguarda l'Italia, il nostro Paese compare tra i più virtuosi, con emissioni che sono al di sotto dei massimali per tutti gli inquinanti. Tuttavia, fra il 2011 e il 2012 le emissioni dei quattro inquinanti si sono, nel complesso, ridotte nell'Unione Europea. Per una valutazione dettagliata dei dati forniti dagli Stati membri si attende il documento della European Environment Agency che sarà diffuso a giugno.

 

 

9788822094445   luglio-agosto 2020

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

caraveo saperescienza

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.