Sapere Scienza

Sapere Scienza

RUBRICA - Geologia

Qualche volta il lavoro dello scienziato assomiglia a quello di un investigatore. E non solo perché, come nel caso dei protagonisti della serie TV C.S.I., si usano tecniche sofisticate di indagine, ma anche per il fatto che, a volte, i ricercatori vengono chiamati ad analizzare le possibili relazioni tra determinati eventi avversi e l’attività dell’uomo. È il caso, ad esempio, delle cause antropiche dei cambiamenti climatici, che per anni hanno visto contrapposte le ragioni dei ricercatori agli interessi di molta industria priva di scrupoli che ha approfittato, o nel peggiore dei casi foraggiato, tesi negazioniste.

Tag: :

Un terremoto sottomarino di magnitudo 8.1, avvenuto ad una profondità di circa 70 km, ha interessato il Messico meridionale al largo della regione di Chiapas, dove la placca di Cocos subduce al di sotto della placca Nord Americana. La regione centro americana è geologicamente complessa: quattro blocchi litosferici con caratteristiche molto diverse tra loro, le placche Nord e Sud americane, la Nazca e la Cocos, si muovono e si deformano reciprocamente, mentre una serie di placche minori come quella di Rivera nel Messico settentrionale si interpongono complicando ulteriormente la situazione. Quello che ne risulta è un puzzle di fosse oceaniche, archi vulcanici, allineamenti di isole, che rendono questa regione unica al mondo.

Poco prima delle nove di sera del 21 Agosto 2017 un terremoto con epicentro in mare a pochi km dalla costa settentrionale dell’Isola di Ischia, ha creato gravi danni e purtroppo vittime nel Comune di Casamicciola. Una prima valutazione di magnitudo e profondità, rispettivamente 3,6 Richter e 10 km, aveva destato qualche sorpresa tra gli addetti ai lavori, dato che si trattava di un evento di energia troppo bassa da causare danni così importanti.

Lo Stretto di Messina è un’area cruciale dal punto di vista geologico, perché qui, nel centro del Mare Mediterraneo, diversi sistemi di faglie provocano terremoti, frane sottomarine e vulcanesimo. E’ una zona di svincolo, una sorta di “perno” che assorbe i movimenti relativi delle due grandi placche litosferiche Africana e Eurasiatica, ormai arrivate a collisione dopo essere state a lungo separate dall’antico oceano della Tetide, quasi completamente scomparso sotto le dorsali montuose degli Appennini e delle Alpi.

L’Etna è il vulcano emerso più alto d’ Europa e tra i più’ attivi al mondo. Si eleva oltre 3300 metri sul livello del mare con un profilo maestoso e irregolare modellato dell’emissione di lava, gas e cenere, che avviene in modo continuo anche con spettacolari fuochi di lava. Il 15 Marzo la ripresa dell’attività esplosiva ha causato un incidente e il ferimento, fortunatamente non grave, di una decina di persone.

La definizione di continente si presta ad alcune ambiguità. Sulla base della definizione geologica di continente e di una nuova acquisizione di dati geofisici in una regione particolarmente remota, un gruppo di ricercatori neozelandesi sta proponendo l’esistenza di un ottavo continente nel Pacifico sud-occidentale, denominato Zelandia.

Tag: :

Con la microscopia moderna si è cominciato a curiosare all’interno dei minerali che costituiscono le rocce, scoprendo a volte ospiti inattesi nei reticoli cristallini. E’ il caso della recente scoperta fatta da un gruppo di scienziati italiani che hanno identificato una serie di protrusioni di dimensioni nanometriche all’interno di una roccia vulcanica. Queste "bolle" deformano la struttura dei minerali, creando ondulazioni e rigonfiamenti dei loro reticoli cristallini.

Pagina 1 di 5

copertina   agosto-settembre 2017

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

BANNERABBONATI

iscriviti copia

rostene

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.