Sapere Scienza

Sapere Scienza

 

Dettaglio della lunetta sulla quale è dipinta la Legenda del Presepe di Greccio. Fonte: www.ilpresepedigreccio.it

 


Natale è alle porte e, prima di lasciarci per una breve pausa natalizia, voglio portarvi a visitare un luogo speciale: qui è stato allestito il presepe più celebre della storia della Cristianità. Potremo farlo insieme, seduti davanti ai nostri computer o con i nostri smartphone alla mano. Siete pronti?

 


Il presepe di cui sto parlando è il Presepe di Greccio. L’opera di cui vi sto parlando si trova nel Santuario del Presepe di Greccio, in provincia di Rieti, nel Lazio. Qui San Francesco, nella notte di Natale del 1223, rappresentò per la prima volta la natività con personaggi viventi. Nella grotta in cui tutto questo avvenne, è presente una lunetta affrescata in cui sono raffigurate la vicenda raccontata nella legenda legata al Santo (a sinistra) e la nascita di Gesù (a destra). L’affresco, di scuola giottesca, è attribuito al Maestro di Narni ed è datato tra la fine del Trecento e il primo decennio del Quattrocento.

 


Il restauro dei dipinti murali e degli intonaci della volta e delle pareti della Cappella del Santuario del Presepe di Greccio è stato supportato, sotto la tutela della Soprintendenza, dall’interessamento della Fondaco Venezia e dal sostegno di Conad che ha reso possibile la visita virtuale di quest’opera, adoperando le tecnologie di cui avevamo già parlato in questo post.

 


È, infatti, possibile un tour virtuale del santuario e della grotta per poi arrivare all’affresco, il cui restauro sarà completato proprio per questo Natale.

 

ScreenshotVirtualTour SantuarioPresepeGreccio Conad

 

Screenshot del tour virtuale del Santuario del Presepe di Greccio. Fonte: http://conadvr.digitalwebland.com/Natale/index.html

 


Inoltre è stato possibile assistere in diretta ai lavori di restauro grazie a una webcam montata nella grotta e accesa 24 ore su 24.

 

Nella contemplazione di questo scorcio d’Arte e di Storia, non mi resta che augurarvi un sereno Natale e darvi un arrivederci al 2017.

Alessia Colaianni

Giornalista pubblicista, si è laureata in Scienza e Tecnologia per la Diagnostica e Conservazione dei Beni Culturali e ha un dottorato in Geomorfologia e Dinamica Ambientale. Divulga in tutte le forme possibili e, quando può, insegna.

copertina   maggio-giugno 2019

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

iscriviti copia

clark

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.