Sapere Scienza

Sapere Scienza

Tre scienziati da Nobel per un viaggio straordinario alla scoperta delle macchine molecolari: cosa sono e perché cambieranno le nostre vite. Giovedì 22 novembre, alle 17:00, Jean-Pierre Sauvage, Sir J. Fraser Stoddart e Bernard L. Feringa - i tre grandi studiosi premiati nel 2016 con il Nobel per la Chimica - saranno protagonisti di una conferenza-spettacolo nell'Aula Magna di Santa Lucia dell'Università di Bologna. Sul palco ci sarà anche Vincenzo Balzani, professore emerito dell'Alma Mater che con loro ha collaborato per anni, raggiungendo importantissimi risultati a livello internazionale.

Informazioni aggiuntive

  • città Bologna
A ottobre è stato assegnato il Premio Nobel per la Chimica 2015 a Tomas Lindahl, Aziz Sancar e Paul Modrich per le loro scoperte nel campo dei meccanismi di riparo del DNA. Nel corso della loro carriera i tre scienziati hanno indipendentemente svelato alcuni dei meccanismi fondamentali attraverso i quali…

Con Vincenzo Balzani, professore emerito dell’Università di Bologna e pioniere della ricerca sulle macchine molecolari, il nostro paese è arrivato ad un passo dal premio Nobel per la Chimica 2016. Balzani ha contribuito in modo fondamentale non solo alla realizzazione dei primi prototipi di macchine molecolari, in collaborazione con i premiati Fraser Stoddart e Jean-Pierre Sauvage, ma anche allo sviluppo e al consolidamento dei concetti alla base di questo campo di ricerca. Perché, allora, non è tra i premiati?

Pagina 3 di 3

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.