Sapere Scienza

Sapere Scienza

Dietro i banchi di scuola come nei nostri uffici continuiamo a renderci conto che ciascuno di noi percepisce la realtà in maniera differente e riesce ad acquisire nuove conoscenze con approcci molto diversi. Da decenni pedagogisti e psicologi cognitivi classificano questa serie di modalità di studio come stili di apprendimento. Cosa sono? È proprio vero che ognuno di noi adotta uno specifico stile di apprendimento e che solo quello può risultare vincente nella propria esperienza? Un nuovo studio pubblicato su Anatomical sciences education - e di cui parla un articolo di Scientific American - sembra scardinare questa concezione che per molti anni è stata usata e abusata nella costruzione dei programmi scolastici americani ma anche italiani.

Scoprire il modo in cui gli studenti stanno imparando l'inglese registrando il percorso dei loro occhi sul testo. Si basa su questo la ricerca svolta dal MIT-Massachusetts Institute of Technology: utilizzando i dati generati da videocamere che seguono gli occhi dei lettori, gli scienziati hanno trovato degli schemi ripetuti nei movimenti oculari. Quest'ultimi sono fortemente correlati alle prestazioni su test standardizzati per verificare la conoscenza dell'inglese come seconda lingua.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.