Sapere Scienza

Sapere Scienza
REDAZIONE

REDAZIONE

VENERDI' 25 SETTEMBRE
alle ore 18.30
all'Antico caffè San Marco


La casa editrice Dedalo presenta il libro di Giuseppe Mussardo "L'alfabeto della scienza". Introduce e dialoga con l'Autore, Fabio Pagan.
Un libro che parte dalla A di Abel - talentuoso matematico norvegese dalla vita leggendaria - per finire con la Z di Zero assoluto, ovvero l'appassionante sfida, tuttora in corso, di raggiungere il limite ultimo nella scala delle temperature. Ogni lettera dell'alfabeto tocca una tappa di un suggestivo viaggio lungo i sentieri della scienza, durante il quale il lettore incontrerà numerosi personaggi eccentrici: l'astronomo francese che rischiò la pazzia pur di rincorrere i passaggi di Venere; il fisico italiano che, per l'orrore della prima bomba atomica, abbandonò lo studio dei nuclei per dedicarsi ai trilobiti del Cambriano; l'astrofisico indiano che intuì per primo il destino ultimo delle stelle; la studiosa francese costretta a nascondersi dietro un nome maschile per pubblicare i suoi lavori fondamentali sui numeri primi. E tanti altri ancora, scienziati di fama o sconosciuti ai più, macchiette sui generis o ambiziosi ricercatori tutti d'un pezzo. Ventisei storie brillanti, originali, intriganti e a tratti emozionanti, che svelano lo spirito più autentico del mondo della scienza.
 
ATTENZIONE! In seguito alle recenti normative, la partecipazione all'evento sarà garantita SOLO a chi prenota telefonando allo 0400641724 o mandando un messaggio via facebook all’Antico caffè san Marco.
In caso di maltempo l'evento si terrà all'interno del locale.

 

 

Gli alimenti fermentati, dal più tradizionale pane al modaiolo tè kombucha, devono il loro particolare e unico sapore ai microrganismi che vi vivono all'interno, la cui origine evolutiva è ancora poco chiara. I ricercatori della Tufts University di Medford, in Massachusetts, hanno scoperto - quasi per caso - come i funghi responsabili della produzione di Camembert evolvano da ceppi selvatici a ceppi domesticati impiegabili nella produzione di cibo.

Per celebrare i primi 50 anni di Internet, il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e l'Università di Pisa, in collaborazione con i ricercatori del Politecnico di Milano e del Politecnico di Torino, organizzano nella sede centrale del CNR di Roma, martedì 29 ottobre, un evento scientifico-divulgativo dedicato ai pionieri della Rete e al futuro della ricerca scientifica in questo settore.

 

La manifestazione, che racconterà passato, presente e futuro della Rete, si aprirà con un intervento del presidente del CNR, Massimo Inguscio. Seguirà una sessione storico-celebrativa, con le testimonianze dei ricercatori italiani e statunitensi che contribuirono alla nascita di Internet e all'ingresso dell'Italia nella Rete. Nella sessione del pomeriggio il mondo della ricerca e dell'industria si confronteranno sul futuro di Internet, analizzando scenari evolutivi e sfide scientifiche e tecnologiche.

 

"Il CNR è stato fondamentale nell'avvio di internet in Italia, tra le prime nazioni al mondo che 33 anni fa si collegarono alla rete, così come per la sua diffusione di massa grazie al dominio Registro.it, l'anagrafe dei domini made in Italy" – afferma il presidente Inguscio. "Il CNR continuerà ad essere protagonista in Italia e in Europa con progetti che coordina nel campo dell'ICT, delle reti e della rivoluzione tecnologica e di conoscenze legate all'aumento esponenziale della velocità di trasmissione e alla protezione dei dati grazie alle applicazioni della meccanica quantistica in campo fotonico e crittografico".

 

Per ulteriori informazioni, consultare il sito http://www.originiinternetitalia.it/it/eventi/

Tag: :

caraveo saperescienza

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.